“The Dim Reverberation of the Chaosholder”

Uno sguardo al primo capitolo della nuova serie Hollow Press, “The Dim Reverberation of the Chaosholder” di Arallū. Seguite il viaggio del Golem di Ossidania nei sotterranei oscuri di un mondo indefinito e inquietante, dove il passare del tempo è segnato dalla rigenerazione delle ferite e la violenza è l’unico linguaggio universale

“Dôme”

Recensione di “Dôme”, antologia realizzata in risograph da Lagon e Breakdown Press durante l’ultimo festival di Angoulême. All’interno fumetti di Olivier Schrauwen, Dash Shaw, Lando, Antoine Cossé, Sammy Stein, Simon Hanselmann, Michael DeForge e altri

Misunderstanding Comics #3

Ragazze che vanno ai party, occhi sulla fronte, serpenti parlanti, scuole di medicina medievali, rituali fantasy, uomini fissati con l’igiene e mogli insoddisfatte: tutto questo e molto altro in “Soft Float” di Valentine Gallardo, “The Pestle” di Carl Antonowicz e “Nice and Clean” di Tor Brandt

“Big Kids” di Michael DeForge

Arriva “Big Kids”, nuova fatica di Michael DeForge appena uscita per Drawn and Quarterly. Il cartoonist canadese si confronta con il tema del cambiamento in un volume dai colori psichedelici riuscito soltanto a metà

Misunderstanding comics #2

In questo nuovo appuntamento con la rubrica di mini-recensioni e segnalazioni si parla di “Incubation” di Charles Burns, “Piggy” di Niv Bavarsky, “Melody” di Sylvie Rancourt e delle antologie “Bloody Pussy” e “Still Without Name” #4

“The Collected Hairy Who Publications 1966-1969”

Il libro curato da Dan Nadel ed edito dalla Matthew Marks Gallery di New York è l’occasione per dare uno sguardo all’arte di Jim Nutt, Jim Falconer, Art Green, Gladys Nilsson, Suellen Rocca, Karl Wirsum, altrimenti noti come gli Hairy Who e attivi a Chicago alla fine degli anni ’60

Il meglio del 2015 dall’estero – Seconda parte

Seconda parte dei migliori fumetti stranieri del 2015, dedicata ai volumi, da “Terror Assaulter (O.M.W.O.T.)” di Benjamin Marra a “Colville” di Steven Gilbert, da “New Construction” di Sam Alden a “Sky In Stereo” di Mardou

Il meglio del 2015 dall’estero – Prima parte

La prima parte dei migliori fumetti stranieri del 2015 prende in considerazione comic-book, serie regolari e antologie, dal secondo numero di “Generous Bosom” di Conor Stechschulte al “Blammo” di Noah Van Sciver passando per “Windowpane” di Joe Kessler

Il meglio del 2015 in Italia

Prima parte di un Best Of del 2015 che proseguirà con i titoli stranieri. Da “Viaggio a Tokyo” a “Safari Honeymoon”, da “Anubi” a “Saint Cole”, scoprite i 10 libri che mi sono piaciuti di più tra quelli pubblicati in Italia quest’anno

Colville, un diamante di ruggine

Un monolite, un fumetto centripeto, un thriller di quelli dove un piccolo crimine ti si rivolta contro, decuplicato. Ratigher recensisce per Just Indie Comics “Colville” di Steven Gilbert